INORMAZIONI PER LA SALUTE

Lo yogurt ha un apporto di proteine ​​e calcio per la costruzione delle ossa. Può anche aiutare a perdere peso e respingere un raffreddore. Ecco lo scoop sui benefici dello yogurt

 

Per saperne di più

 

CARATTERISTICHE SANE DELLO YOGURT

Il consumo di yogurt ritarda l’invecchiamento dell’organismo. I microorganismi contenuti nello yogurt interagiscono con la flora intestinale, attaccando e neutralizzando i batteri pericolosi che causano l’invecchiamento.

 

Questa scoperta venne fatta nel 1908 dallo scienziato russo vincitore del premio Nobel Ilya Mechnikov. Egli confrontò i dati sulla durata di vita di 36 paesi e scoprì che i bulgari vivevano più a lungo. Mechnikov collegò questo fatto al consumo regolare di yogurt.

 

La teoria dell’accademico russo, che ancora oggi è ampiamente supportata dagli scienziati, dice che l’invecchiamento è dovuto all’accumulo di sostanze velenose nell’organismo e all’azione dei batteri putrefacenti nell’intestino crasso. Con l’invecchiamento, essi causano un lento invecchiamento e disordini al sistema nervoso centrale.

Lo yogurt e i latticini sono la migliore fonte da cui assimilare il Calcio, il quale è fondamentale per la costruzione di ossa e denti.

 

Se c’è una carenza di Calcio nell’organismo umano, la sostanza delle ossa si fa rarefatta e il rischio di fratture, anche da traumi insignificanti, aumenta.

 

Questa malattia è chiamata osteoporosi e colpisce più comunemente le donne. È importante tenere sotto controllo l’apporto di Calcio durante tutta la vita, in particolare nell’infanzia.

 

I fermenti lattici prevengono la sintesi di sostanze cancerogene, limitano le mutazioni e la formazione di cellule cancerose.

 

L’azione profilattica dello yogurt per quanto riguarda la prevenzione di alcuni tipi di tumore è stata dimostrata in varie ricerche. È stato dimostrato sperimentalmente che i fermenti lattici diminuiscono le sostanze e gli enzimi cancerogeni nel retto e questo dimostra che hanno il potenziale di prevenire la formazione di cancro nell’organismo.

Lo yogurt ha un effetto probiotico – influenza in modo estremamente benefico stomaco e intestino. Il suo effetto curativo sui problemi gastrici venne scoperto già nel 16° secolo quando, secondo gli storici, questo prodotto, che era conosciuto solo nelle nostre terre, venne trasferito nell’Europa dell’Est.

 

Nel libro del prof. Christo Chomakov “Yogurt bulgaro – salute e longevità” si racconta di come un guaritore riuscì a guarire le lamentele causate dal mal di stomaco del re francese Francois I aggiungendo lo yogurt alla sua dieta.

 

I probiotici sono batteri utili che vivono nell’intestino e aiutano la digestione, inibendo allo stesso tempo lo sviluppo di microorganismi patogeni.

 

Lo yogurt ha un effetto purificante, rappresenta un aiuto per i disordini gastrointestinali, diminuisce il rischio di infezioni intestinali. Aiuta a mantenere l’equilibrio intestinale quando questo viene distrutto a causa di una prolungata assunzione di antibiotici o irradiazioni.

 

Lo yogurt ha un effetto positivo sulla costipazione e su vari tipi di diarrea, in particolare nei bambini piccoli. I fermenti lattici migliorano la digestione nel suo complesso, stimolano la peristalsi intestinale e diminuiscono la costipazione.

I fermenti lattici nello yogurt aiutano a migliorare il sistema immunitario e le battaglie contro le infezioni.

 

I fermenti lattici disponibili contenuti nello yogurt sono armi potenti che supportano la barriera immunitaria di difesa dell’intestino. Inoltre, alcuni prodotti formati dai fermenti lattici (batteriocine e acido lattico) sopprimono la crescita di microorganismi che causano pericolose malattie.

 

Lo yogurt aiuta a diminuire la febbre alta. Riduce inoltre le reazioni allergiche in caso di ipersensibilità al latte e influenza in modo benefico i disturbi allergici.

Lo yogurt contribuisce alla prevenzione le malattie cardiache. I fermenti lattici hanno un effetto antisclerotico dal momento che possiedono la capacità di abbassare il colesterolo nel siero.

 

Nei processi di fermentazione causati dai fermenti lattici, si formano peptidi bioattivi dalle proteine del latte fresco, ed è stato stabilità che essi abbassano la pressione sanguigna e diminuiscono il rischio di coaguli nel sangue.

 

Il Calcio, di cui il latte e i latticini sono esclusivamente ricchi, diminuisce anche la pressione sanguigna. Alle persone che hanno già sviluppato una malattia cardiaca si consiglia di consumare latte a basso contenuto di grassi e formaggio a pasta bianca che sostanzialmente contiene meno grassi (19g per 100g di prodotto) rispetto al formaggio giallo, che ha un contenuto di grassi che varia dal 30 al 60%.

Il latte e i latticini riducono il rischio di sviluppo di carie dentali.

 

Il latte fresco dà reazione alcalina che neutralizza gli acidi ottenuti dalla fermentazione degli zuccheri sui denti, che distruggono lo smalto dentale.

 

I fermenti lattici nello yogurt o nelle sue componenti sopprimono lo sviluppo di microorganismi nella cavità boccale. I formaggi agiscono in modo protettivo grazie all’elevato contenuto di Calcio, proteine e Fosforo.

Lo yogurt ha un’azione anti-tossica. Neutralizza le sostanze tossiche ottenute dai processi di detossificazione di reni e fegato.

Il latte fresco e i prodotti latteo-caseari sono tra gli alimenti più preziosi ed equilibrati mai conosciuti dall’umanità.

 

Sono una fonte indispensabile di proteine di alta qualità – infatti contengono importanti amminoacidi come il Calcio e una fonte fondamentale di Vitamine B2 e A.

 

Quando l’organismo umano non riceve un apporto sufficiente di proteine, si verifica la cosiddetta malnutrizione proteica. Essa comporta una diminuzione della forza immuno-protettiva dell’organismo, aumenta il rischio di infezioni e porta ad una perdita di massa muscolare e ossea.

 

Il latte fresco e lo yogurt, così come il formaggio a pasta bianca, vengono immeritatamente evitati dalle persone che vogliono perdere peso. In 100g di latte vaccino sono contenute circa 66 chilocalorie. Inoltre, il vantaggio dei prodotti lattiero-caseari è che vengono offerti sia interi che scremati.

Non meno importante è il fatto che i latticini sono estremamente gustosi e sono parte indispensabile della cucina nazionale da secoli.

 

Vengono consumati allo stato naturale o come aggiunta a vari piatti, insalate, dessert e prodotti a impasto. Lo yogurt è un importante vanto nazionale dal momento che la nostra terra è considerata la sua madrepatria fin dai tempi dei Traci. La Bulgaria ha donato al mondo il fermento lattico – Lactobacillus Bulgaricus – e la sua scoperta per la scienza e la tecnologia industriale di produzione dello yogurt.

 

ALLERGIA AL LATTE vs. INTOLLERANZA AL LATTOSIO

Le persone a volte confondono l’intolleranza al lattosio con l’allergia al latte.

L’allergia al latte è un’allergia alimentare, cioè una reazione sproporzionata del sistema immunitario ad una specifica proteina del latte, la Caseina. Quando la proteina del latte viene ingerita, essa può scatenare una reazione allergica che può includere una varietà di sintomi, con sintomi da leggeri (irritazioni cutanee, orticaria, prurito, gonfiore, ecc.) a gravi (difficoltà respiratorie, affanno, ecc.)

Il lattosio è uno zucchero che si trova nel latte e nei derivati del latte. L’intestino tenue – l’organo dove avviene la maggior parte della digestione e dell’assorbimento dei cibi – produce un enzima chiamato lattasi. La lattasi scompone il lattosio nelle sue due componenti di zuccheri più semplici: glucosio e galattosio. Il corpo assorbe quindi questi zuccheri più semplici e li immette nel flusso sanguigno.

 

L’intolleranza al lattosio è una condizione per cui le persone hanno dei disturbi dell’apparato digerente come ad esempio gonfiore, diarrea e gas quando mangiano o bevono derivati del latte.

Il latte animale è costituito da molte componenti diverse, ad esempio proteine (come la caseina e il siero del latte), zucchero del latte (chiamato lattosio) e grassi.

Le ragioni più comuni dell’intolleranza al lattosio sono la Carenza di Lattasi e il Malassorbimento del Lattosio.

 

Carenza di Lattasi

nelle persone che hanno una carenza di lattasi, l’intestino tenue produce livelli ridotti di lattasi e non è in grado di digerire grandi quantità di lattosio.

 

Malassorbimento del Lattosio

la carenza di lattasi può causare il malassorbimento del lattosio. Il lattosio non digerito passa nel colon. Il colon, che fa parte dell’intestino crasso, assorbe acqua dalle feci e le trasforma da liquide a solide. Nel colon, i batteri scompongono il lattosio non digerito e formando fluidi e gas. Non tutte le persone con carenza di lattasi e malassorbimento di lattosio presentano disturbi dell’apparato digerente.

 

Le persone hanno un’intolleranza al lattosio quando la carenza di lattasi e il malassorbimento del lattosio causano disturbi dell’apparato digerente.  La maggior parte delle persone con un’intolleranza al lattosio può mangiare o bere una moderata quantità di lattosio senza avere disturbi dell’apparato digerente. La quantità tollerabile di lattosio varia da persona a persona.

Quanto lattosio può assumere una persona con un’intolleranza al lattosio?

La maggior parte delle persone con un’intolleranza al lattosio può tollerare una certa quantità di lattosio nella propria dieta e non deve evitare completamente il latte o i derivati del latte.

 

Evitare completamente latte e derivati del latte può causare una carenza nell’apporto di calcio e vitamina D. La quantità tollerabile di lattosio varia da persona a persona. Esistono diversi fattori – compresa la quantità di lattasi prodotta dall’intestino tenue – che influiscono sulla quantità di lattosio che una persona può tollerare.

 

Per esempio, una persona potrebbe avere diversi sintomi gravi dopo aver bevuto una piccola quantità di latte, mentre altre persone possono berne grandi quantità senza mostrare sintomi.

 

Qualcuno può mangiare facilmente lo yogurt e i formaggi duri come il Cheddar e il formaggio svizzero, mentre altri non sono in grado di mangiare o bere derivati del latte senza avere disturbi all’apparato digerente.

Le ricerche suggeriscono che adulti e adolescenti con malassorbimento del lattosio possano mangiare o bere almeno 12 grammi di lattosio in un’unica volta senza avvertire sintomi o solo con sintomi secondari.

 

Questa è la quantità di lattosio presente in 1 tazza di latte. Le persone con malassorbimento del lattosio possono essere in grado di mangiare o bere più lattosio se lo mangiano o bevono durante i pasti o in piccole quantità durante la giornata.

Altre statistiche

Lattoinnesto 1 grammo = 0,3 – 0,8 grammi di lattosio

Capsule Probiotiche 1 grammo = 0,3 – 0,9 grammi di lattosio

Latte in polvere senza grassi 1 tazza = 62 grammi di lattosio

Latte condensato addolcito 1 tazza = 40 grammi di lattosio

Latte congelato 1/2 tazza = 9 grammi di lattosio

Gelato, 1/2 tazza = 3-6 grammi di lattosio

Yogurt 1 tazza = 5 grammi di lattosio

Formaggio erborinato 28 grammi = 2 grammi di lattosio

Sorbetto all’arancia 1/2 tazza = 2 grammi di lattosio

Formaggio americano, svizzero o Parmigiano 28 grammi = 1 grammi di lattosio

In che modo l’intolleranza al lattosio influisce sulla salute?

 

Oltre a causare sintomi poco piacevoli, l’intolleranza al lattosio può influire sulla salute delle persone se impedisce loro di consumare sufficienti sostanze nutritive essenziali, come ad esempio calcio e vitamina D.

Le persone con un’intolleranza al lattosio potrebbero non consumare una quantità sufficiente di calcio se non mangiano cibi ricchi di calcio o non assumono integratori alimentari che contengono calcio.

Il latte e i derivati del latte sono le principali fonti di calcio e altri nutrienti nella dieta. Il calcio è essenziale a tutte le età per la crescita e il mantenimento delle ossa. Una carenza di calcio in bambini e adulti può causare delle ossa con minore densità, che si possono fratturare facilmente durante la vita, condizione chiamata osteoporosi.

Mangiare, Dieta e Nutrizione

Le persone potrebbero trovare utile un consulto per un piano alimentare con uno specialista sanitario o un dietista certificato.

Un piano alimentare può aiutare le persone a gestire i sintomi dell’intolleranza al lattosio e assicurare un corretto apporto di nutrienti.

Genitori, badanti, responsabili nel settore dell’infanzia e altre persone che servono cibo ai bambini con intolleranza al lattosio dovrebbero seguire il piano alimentare consigliato dallo specialista sanitario o dal dietista certificato consultati.

Latte e derivati del latte. Introdurre gradualmente piccole quantità di latte o derivati del latte potrebbe aiutare alcune persone ad adattarsi ad essi con sintomi più leggeri.

Spesso le persone sono in grado di tollerare meglio il latte o i derivati del latte mangiandoli durante i pasti, ad esempio consumando latte e cereali o formaggio con i crackers.

Le persone con un’intolleranza al lattosio sono generalmente più propense a tollerare i formaggi a pasta dura come il Cheddar o il formaggio svizzero, piuttosto che un bicchiere di latte. Una porzione di circa 40 grammi di formaggio duro con pochi grassi contiene meno di 1 grammo di lattosio, mentre 1 tazza di latte con pochi grassi contiene dagli 11 ai 13 grammi di lattosio.

Tuttavia, le persone con un’intolleranza al lattosio in generale tendono a tollerare meglio lo yogurt rispetto al latte, anche se yogurt e latte contengono una quantità simile di lattosio.

 

Punti da Ricordare

Il lattosio è uno zucchero che si trova nel latte e nei derivati del latte. L’intolleranza al lattosio è una condizione per cui le persone hanno disturbi dell’apparato digerente, come ad esempio gonfiore, diarrea e gas, dopo aver mangiato o bevuto latte o prodotti del latte.

La diagnosi di intolleranza al lattosio fornita da un professionista sanitario si basa su storia medica, familiare e alimentare, e include una revisione completa dei sintomi, un esame fisico e test medici.

Basare una diagnosi sui soli sintomi potrebbe essere fuorviante perché i disturbi dell’apparato digerente possono presentarsi per molte ragioni, non solo per un’intolleranza al lattosio. La maggiore parte delle persone che soffrono di intolleranza al lattosio può tollerare alcune quantità di lattosio nella propria dieta e non deve evitare completamente latte e derivati del latte. Tuttavia, la quantità tollerabile di lattosio varia da persona a persona.

Le ricerche suggeriscono che adulti e adolescenti con malassorbimento del lattosio possano mangiare o bere almeno 12 grammi di lattosio in un’unica volta senza avvertire sintomi o solo con sintomi secondari. Questa è la quantità di lattosio presente in 1 tazza di latte.

Attenzione al Fabbisogno di Calcio. Le persone con malassorbimento del lattosio tendono ad eliminare i latticini. Se lo fai, potresti causarti una carenza di calcio. Hai bisogno del calcio per avere denti e ossa sane, e la vitamina D aiuta il corpo a usare il calcio.

 

Batteri Buoni

Lactobacillus delbrueckii ssp. bulgaricus

Streptococcus thermophilus

Fermentazione dell’Acido Lattico

 

La fermentazione dell’acido lattico dello yogurt bulgaro è un processo biologico unico in cui sono coinvolte le colture simbiotiche di Lactobacillus delbrueckii ssp. bulgaricus e Streptococcus thermophilus.

 

I due microorganismi collaborano tra loro durante la fermentazione e la loro crescita associativa comporta un’acidificazione accelerata, ma i meccanismi esatti sono stati compresi solo parzialmente.

 

Ad oggi, la biologia molecolare e gli studi sul genoma suggeriscono che il Lactobacillus delbrueckii ssp. Bulgaricus sia presente nel processo in corso di evoluzione riduttiva guidata dall’uomo. Anni e anni di selezione umana dei ceppi adattati al mezzo del latte ricco di proteine hanno comportato la formazione di colture simbiotiche naturali stabili in cui il Lactobacillus delbrueckii ssp. bulgaricus e lo Streptococcus thermophilus stimolano la crescita reciproca, collaborano e si compensano l’un l’altro dal punto di vista metabolico.

 

Oggigiorno è risaputo che diverse caratteristiche genetiche e biochimiche sono responsabili della complessa interazione positiva tra queste due specie di batteri:

 

Lo S. thermophilus degrada l’urea del latte e poi escreta CO2, stimolando in questo modo la crescita di lattobacilli, che viene ostacolata dalla bassa concentrazione di CO2 nel latte dopo il trattamento con il calore.

 

Lo S. thermophilus stimola la crescita del L. bulgaricus tramite la formazione di acido formico, che è un passaggio limitante nella biosintesi della purina.

 

Le colture miste di yogurt possono stimolare la produzione di alcuni metaboliti come ad esempio l’acetaldeide.

 

Il L. bulgaricus, a differenza dello S. thermophilus, possiede una proteasi extracellulare legata alla barriera cellulare e di conseguenza può fornire allo S. thermophilus peptidi e amminoacidi.

 

Il genoma dello S. thermophilus contiene i geni responsabili della biosintesi dell’acido p-amminobenzoico (PABA) e potrebbe fornire al L. bulgaricus il PABA, che è necessario per la produzione di folato.

 

I dati dell’analisi genomica indicano che durante la fermentazione lo S. thermophilus potrebbe fornire al L. bulgaricus ornitina, che viene decarbossilata in putrescina dal L. bulgaricus, il quale in cambio la fornisce allo S. thermophilus. In questo modo entrambi i batteri traggono mutuo beneficio nel fornirsi a vicenda poliammine, che sono importanti per molte funzioni cellulari e per la resistenza allo stress ossidativo.

 

Probiotici

I probiotici sono definiti come additivi microbici vivi, particolarmente benefici per la salute umana.

 

L’aggiunta di probiotici nella dieta umana è considerata il concetto più promettente per superare l’influenza dei fattori negativi per la salute causati dallo stile di vita dell’uomo moderno. L’aumento del consumo di prodotti con probiotici comporta un miglioramento qualitativo della salute umana e una diminuzione dell’uso di prodotti farmaceutici.

 

Oggigiorno ci sono moltissime preparazioni probiotiche disponibili sul mercato negli Stati Uniti, in Giappone, in Germania, Svizzera, Francia, ecc., basate su diverse composizioni microbiologiche (Lactobacillus acidophilus, Bifidobacteriae, ecc.)

 

Le definizioni del termine “probiotici” negli anni recenti sono elencate di seguito:

 

“I probiotici orali sono microorganismi viventi che, se ingeriti in determinate quantità, comportano dei benefici per la salute che vanno oltre la nutrizione di base inerente” definizione di consenso LAPIB (Guarner & Schaafsma, 1998).

 

“Un ingrediente alimentare microbico vivo che risulta benefico per la salute”. Proposta da Salmined et al. (1998) e adottata come definizione di consenso FUFOSE Concerted Action, con il patrocinio della Commissione Europea (Diplock et al. 1999).

 

“Microorganismi vivi che, se somministrati in quantità adeguata, conferiscono un beneficio per la salute nell’ospite”. Definizione del Gruppo di Lavoro dell’Organizzazione Comune per l’Alimentazione e l’Agricoltura / Organizzazione Mondiale per la Salute (2002). L’Associazione Scientifica Internazionale per Probiotici e Prebiotici ha recentemente adottato questa definizione (Reid et al 2003).

 

“I batteri probiotici sono integratori alimentari vivi che offrono beneficio alla salute del consumatore”, come definito nella proposta legale della Commissione Europea.

 

Le preparazioni probiotiche includono principalmente i fermenti lattici del genere Bifidobacterium e Lactobacillus, ma anche lieviti (Saccharomyces boulardii) o altre specie di batteri (Bacillus coagulans, Escherichia coli Nissle 1917, ecc.)

 

 

I prebiotici sono una categoria di alimenti funzionali, definiti come ingredienti alimentari non digeribili che influiscono positivamente sull’organismo ospite stimolando selettivamente la crescita e/o l’attività di uno o di una quantità limitata di batteri nel colon, migliorando quindi la salute dell’ospite. Combinazioni appropriate di pre- e probiotici sono chiamate simbiotiche.

 

Il consumo di yogurt ha dimostrato di indurre benefici misurabili per la salute collegati alla presenza di batteri vivi, in confronto ai prodotti con batteri uccisi dal calore.

 

Di conseguenza, le colture di lattoinnesto per yogurt soddisfano pienamente il concetto attuale di probiotico almeno per quanto riguarda l’effetto benefico della digestione del lattosio in vivo. Alcune colture per yogurt hanno dimostrato di poter apportare altri benefici per la salute, come ad esempio la riduzione della diarrea in termini di gravità e durata, la prevenzione di disturbi allergici, l’immunomodulazione, l’effetto protettivo contro il cancro al colon, il miglioramento della digestione del lattosio e l’eliminazione dei sintomi dell’intolleranza al lattosio, ecc.

Lactobacillus Delbrueckii ssp. Bulgaricus y Streptococcus Thermophilus

È stata recentemente presentata una proposta della Commissione Europea per un regolamento del consiglio che stabilisce regole aggiuntive sull’organizzazione comunitaria del mercato del latte e dei derivati del latte per lo yogurt e i prodotti simili allo yogurt (AGRI/38 743/2003rev3). L’Articolo 2 e Allegato della proposta stabiliscono che lo ‘yogurt’ è un prodotto ottenuto dalla fermentazione del latte con colture di Streptococcus thermophilus e Lactobacillus delbrueckii ssp. bulgaricus.

©2013 - 2019 NPSelection. All rights reserved.

  • YouTube Social  Icon
  • Pinterest Social Icon
  • Instagram Social Icon
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square